Una visita insolita in un antico edificio di Napoli – Palazzo Venezia

palazzo venezia atrio

Un’attività non usuale che si può fare durante una visita a Napoli, ed in particolare nel centro storico, è quello di visitare i cortili dei palazzi che si affacciano sulle strade del centro antico della città. L’edificio di cui voglio scrivere oggi è Palazzo Venezia, uno degli edifici antichi presenti lungo la famosa Spaccanapoli, la strada che divide in due il centro storico della città.

Devo ammettere che per tanti anni sono passato per via Benedetto Croce a Napoli e mai mi ero accorto di quel portone aperto che dava sul cortile di uno splendido edificio. Ero con Assia e la piccolina che passeggiavamo per il centro storico di Napoli. Durante il cammino, tra la folla di turisti, i negozi di souvenir e quelli di generi alimentari, ci siamo accorti di un cartello che invitava ad entrare. Sul cartello c’era l’invito ad entrare e visitare Palazzo Venezia con la sua casina pompeiana ed il giardino pensile.

palazzo venezia Napoli

Ho pensato: giardino pensile a Napoli? Non ne avevo mai sentito parlare. Così, incuriositi, varchiamo il portone del palazzo e seguiamo le indicazioni per accedere all’appartamento da visitare.

palazzo venezia atrio

La visita è incentrata su un tipico appartamento del centro antico di Napoli, ripristinato dall’associazione culturale che l’ha preso in gestione. L’accesso all’appartamento non è dei più agevoli. Si deve salire una ripida rampa di scale, non adatta a chi ha problemi di deambulazione o a genitori con passeggino. Visto che noi rientravamo in quest’ultima categoria (con bimba di 3 anni e mezzo) abbiamo deciso di alternarci nella visita. Assia e la piccolina sono salite per prime ed io ho atteso giu… un po’ dispiaciuto. A me di solito piace ammirare le espressioni della piccolina quando scopre cose nuove ed il fatto di sapere che visita un luogo nuovo senza di me un po’ mi dispiace. Comunque ho atteso giu il ritorno delle “donne” 🙂

palazzo venezia scale di accessoQuando ritornano Assia e la piccolina inizia la mia visita. Salgo le scale e mi ritrovo praticamente in un appartamento. Foto appese lungo le pareti. Percorro un lungo e stretto corridoio e giungo al giardino. Eh si, all’interno dell’appartamento è presente un giardino pensile. Alberi, piante, tavolini e panchine. E’ presente anche un bar dove poter consumare un caffè, una bevanda o un panino. Rimango seduto qualche minuto e mi godo la pace che si vive in quel luogo. Sembra strano che in pieno centro storico di Napoli invasa dai turisti ci sia questo luogo così tranquillo. Scatto qualche foto e proseguo nella visita. Accedo quindi alla casina pompeiana dove spesso si tengono eventi culturali. Scatto altre foto e proseguo nella visita dell’appartamento.

 

 

 

 

palazzo venezia giardino pensile

palazzo venezia casina pompeiana

palazzo_venezia_napoli

Attraverso altre stanze ed il balconcino da cui si ammira l’atrio del palazzo dove stanno aspettando Assia e la piccolina. Le saluto dall’alto ed esco dall’appartamento. Rampa di scale, questa volta meno ripide di quelle d’ingresso, e sono giù.

Conclusioni

Questa visita ha rafforzato in me la convizione che non sempre è necessario andare lontano per essere sorpresi da qualcosa di nuovo. Spesso si può essere turisti nei luoghi dove si vive e rimanere sorpresi solamente prestando maggiore attenzione a ciò che ci circonda.

Se ti trovi a Napoli e passeggi per le vie del centro magari sollevando lo sguardo o magari prestando attenzione agli edifici che si incontrano lungo il percorso.

Buon viaggio! 🙂

Anto

Condividi la pagina
  • 2
    Shares

Lascia un commento