Torino in 3 giorni – giorno 2

Ed eccoci quì a proseguire il racconto del mio viaggio a Torino.

Nella prima parte del racconto ho dimenticato di evidenziare che, al contrario di altri viaggi fatti in passato, questo è stato fatto in compagnia e con una bimba di poco più di 2 anni e mezzo. La presenza della bimba ha influenzato anche le scelte fatte sui posti da visitare e le attività da svolgere. Ma andiamo con ordine.

Dopo una rapida colazione in hotel si parte alla scoperta della città con la prima giornata intera a disposizione. Visto che la bimba chiedeva con insistenza di andare al parco giochi abbiamo deciso di accontentarla e di iniziare la giornata con la visita del parco del Valentino, il parco cittadino probabilmente più famoso della città, con la speranza che fossero disponibili delle giostre per bambini.

Il parco dista meno di 2 km dall’hotel: abbiamo percorso corso Vittorio Emanuele II fino a giungere al parco (qui la mappa per individuarlo). La passeggiata è stata l’occasione per ammirare le stupende facciate degli edifici che si affacciano su questa importante strada.

Devo ammettere che il parco merita sicuramente una visita. Distese di verde enormi, palazzi storici come il castello del Valentino che è di proprietà del Politecnico di Torino ed ospita la facoltà di architettura. C’è anche il parco giochi per bambini! Eh si, lo abbiamo trovato!

La bimba si è divertita tantissimo, ha fatto amicizia con altri bambini ed ha fatto l’incontro più bello della giornata: uno scoiattolo che le si è avvicinato! Il parco è popolato da diversi scoiattoli e l’incontro con uno di essi non è difficile… ma a Napoli non si vedono scoiattoli in giro e quindi per la bimba è stata una bella sorpresa.

Altra bella scoperta nel parco è il borgo medievale. Si tratta di una ricostruzione di un borgo medievale realizzato per l’Esposizione Generale Italiane del 1884 per celebrare l’architettura medievale. Curioso trovarsi a Torino e credere di essere in Umbria o Toscana! 🙂

A questo punto una pausa pranzo rapida e poi si rientra in albergo perchè la bimba vuole fare il riposino pomeridiano.

Nel pomeriggio, con la bimba che parla ancora dell’incontro con lo scoiattolo, si parte verso il centro storico di Torino. Ripercorriamo l’itinerario della sera precedente con più calma ed ammiriamo gli edifici del centro storico e le diverse gallerie di Torino.

La passeggiata è piacevole perchè il clima è ideale e le strade sono piene di persone in giro per fare 2 passi o per fare shopping vista la presenza di tantissimi negozi.

Arriviamo in Piazza Castello ed iniziamo l’esplorazione scattando tante belle fotografie ed imboccando via Giuseppe Garibaldi altra strada fantastica di Torino… e anomala rispetto alle altre del centro storico per l’assenza di portici. La strada merita sicuramente una passeggiata anche perchè è totalmente pedonalizzata e vi sono tanti negozi, bar e caffè dove poter fare una pausa rigenerante.

Il sole volge al tramonto e quindi decidiamo di tornare in zona stazione per una cena non impegnativa. Ci dirigiamo quindi verso la stazione di Porta Susa per prendere la metro fino alla stazione di Porta Nuova.

Dopo cena si torna in hotel e termina la nostra prima intera giornata a Torino.

Al prossimo post per il resto del racconto…

Le altre parti del diario di viaggio

Al seguente link è disponibile la terza parte del diario di viaggio.

Al seguente link è disponibile la prima parte del diario di viaggio.

Condividi la pagina

2 risposte a “Torino in 3 giorni – giorno 2”

  1. […] quest’altro link è disponibile la seconda parte del diario di […]

  2. […] La seconda parte del diario di viaggio è disponibile al seguente link. […]

Lascia un commento