Orta San Giulio….una esperienza breve ma intensa

lungo la via del silenzio e della meditazione

Quest’anno tanta difficoltà nel decidere la meta per le vacanze, alla fine ho scelto un bellissimo borgo in provincia di Novara: Orta San Giulio.

Avevo sentito nominare questa località dallo chef Antonino Cannavacciuolo! Mi sono preparata al viaggio cercando in rete informazioni relative agli alloggi, ai mezzi di trasporto e alle attività da fare. Fidandomi delle recensioni positive lette, ho optato per un B&B in posizione strategica (La Locanda) e la scelta è stata più che soddisfacente. Per il viaggio, invece, ho prenotato i biglietti del treno perché volevo una vacanza senza macchina.

30 Agosto giorno della partenza: si inizia con il frecciarossa Roma-Milano per poi proseguire con due tre regionali (Milano-Novara e Novara- Orta Miasino). Dopo poco più di 5 ore di viaggio arriviamo a destinazione e il panorama che si presenta davanti ai nostri occhi è meraviglioso. Dalla stazione di Orta Miasino è possibile arrivare in paese a piedi, la distanza è di circa 3 km, oppure chiamando un taxi come ho fatto io 🙂 (molto comodo soprattutto quando si hanno bagagli). Ci sono anche delle navette ma hanno degli orari prestabiliti che potrebbero non coincidere con quelli del vostro arrivo in stazione.

Il centro di Orta è interamente pedonalizzato e la prima cosa che si vede arrivando lungo la stradina lastricata di sassi è la piazza. Piazza Motta ha tre lati chiusi da bei palazzi e uno aperto con affaccio diretto sul lago e sull’Isola di San Giulio che appare in tutto il suo fascino.

Dopo aver fatto il check-in al B&B esco in compagnia della mia fedele macchina fotografica, non voglio perdere neanche un minuto di tempo. Inizio a camminare per le viuzze strette del paese scattando foto ad ogni scorcio suggestivo e vi assicuro che sono una infinità 🙂

Ormai è sera e inizia la ricerca di un posto dove andare a mangiare, nessuna difficoltà a trovarne uno. Ci sono ristoranti e localini sia nella piazza che lungo la via principale, per tutti i gusti e per tutte le tasche 🙂 Nei miei 5 giorni di permanenza ne sceglievo uno diverso ogni giorno sia per il pranzo che per la cena, ho sempre mangiato bene tranne una volta. Ci sono ristoranti con un livello di cucina veramente elevato, ve ne consiglio in particolare due: ristorante&bistrot La Motta (si mangia benissimo! lo trovate su via Motta, una larga via in salita che conduce dalla piazza alla Chiesa) e il ristorante&bistrot La Locanda (lo chef è una stella michelin).

Nel periodo in cui ho soggiornato io non ci sono stati eventi/feste la sera (non so se in altri periodi organizzano qlc) quindi dopo cena c’è ben poco da fare ma va benissimo se non si è interessati a vita notturna mondana.

Cosa fare assolutamente a Orta San Giulio:

  1. Visitare l’Isola di San Giulio: il battello si prende a Piazza Motta ad un prezzo esiguo (4,50€ A/R) e in pochi minuti si raggiunge l’isola. Appena sbarcati la prima cosa che solitamente si visita è la Basilica, molto carina. Poi si percorre la via “del silenzio e della meditazione” che circonda tutta l’isola. Soffermatevi a leggere le insegne che troverete lungo la strada, stimolano la riflessione. Dopo la Basilica l’altra costruzione che merita attenzione è il Monastero che attualmente ospita suore benedettine di clausura.
  2. Visitare il Sacro Monte d’Orta: E’ raggiungibile a piedi in 10 minuti dal centro del paese. All’interno del parco ci sono 20 cappelle dedicate alla vita e ai miracoli di San Francesco d’Assisi, in un paio di ore si riesce a vederle tutte completando il percorso. Il panorama che vedrete davanti ai vostri occhi è mozzafiato. Visitando il Sacro Monte non vi sarà difficile capire per quale motivo è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
  3. Visitare i giardini comunali: Dopo aver visto i giardini fate una sosta sulla panchina posta di fronte al lago, fatevi rapire dalla poesia che si sente nell’aria.
  4. Giro della penisola di Orta: Un’oretta di camminata lungo una stradina pedonale che fiancheggia il lago e che permette di fare il giro della penisola di Orta. Vi troverete immersi nella natura e nel silenzio.

Sono stata ad Orta San Giulio solo 5 giorni ma sufficiente per innamorarmi di questo luogo magico. Mi mancheranno i suoi colori, il dolce mormorio delle sue acque e la tranquillità che infonde…penso che ci tornerò molto presto 🙂

Vi consiglio di visitarlo, che ci andiate da soli, con la famiglia, con il vostro lui/la vostra lei…troverete sicuramente quello che state cercando. Non vi deluderà!

Isola di San Giulio

Passeggiata penisola Orta San Giulio
Condividi la pagina

Lascia un commento