Organizzare una visita a Londra con bambini piccoli

Londra Tower Bridge

Organizzare una visita a Londra con la bimba piccola è stata una delle mie ultime “imprese”! 🙂 …siamo stati nella capitale britannica ad inizio aprile. Bimba di 3 anni e mezzo!

Ero già stato tre volte a Londra ma sempre da solo. Questa volta, invece, ho dovuto organizzare il viaggio insieme ad Assia ed alla piccolina. L’impresa non è stata semplice ma comunque, con un po’ di organizzazione, si riesce a pianificare un viaggio a misura di bimbo o bimba!

Abbiamo avuto a disposizione 3 giorni (purtroppo solo un weekend lungo) che, con un bambino piccolo, sono appena sufficienti a scoprire in minima parte la città!

Da tener presente che Londra è enorme. Le cose da vedere e fare sono tantissime e, anche se il trasporto pubblico è efficiente, occorre pianificare bene i giri da fare.

Londra Tower Bridge

Primo suggerimento: portate il passeggino se potete! Per scelta abbiamo deciso di non portare il passeggino con noi. Avevamo tre valigie e, con il passeggino, gli spostamenti tra aeroporto-hotel-aeroporto sarebbero stati complicati. Col senno di poi, sarebbe stato meglio organizzare meglio il bagaglio e portare una valigia in meno ma un passeggino in più! Devo ammettere che la bimba ha avuto tanta pazienza e tantissime energie ma in un paio di occasioni si è addormentata e ha rallentato un po’ la visita.

Secondo suggerimento: pianificare bene i luogi da visitare e le attività da fare! Per massimizzare il numero di attività da fare ed i luoghi da vedere è bene avere un piano di massima. Io ero già stato a Londra prima di portarci anche la piccolina e quindi per me è stato relativamente semplice organizzare i giri da fare. Da tener presente che, anche se sulle mappe le distanze sembrano brevi, in realtà gli spostamenti necessitano spesso di una metro o di un bus a meno che non abbiate bimbi a cui piaccia camminare tanto. I bus non sempre sono attrezzati per i passeggini: a noi è capitato di beccare uno di quei bus a due piani “old style” senza le porte e con la prenotazione della fermata tramite cordicella. In questo caso l’esperienza merita e piacerà sicuramente al bambino (alla piccolina è piaciuto tantissimo il bus a due piani) ma a bordo non c’è spazio per il passeggino. I bus nuovi hanno invece spazio per i passeggini.

Terzo suggerimento: considerando che il tempo, inteso come meterologico, è una variabile da tener presente è importante avere programmi di visite in luoghi coperti! Nel caso piova ci sono diverse attività che si possono fare al coperto. Ad esempio il Borough Market con i suoi prodotti alimentari da tutto il mondo o Covent Garden con i suoi artisti di strada possono essere luoghi dove portare i bimbi in caso di pioggia. Ma c’è anche il British Museum con i suoi tesori provenienti da tutto il mondo… ai bimbi piacerà sicuramente la sezione egizia e quella mediorientale. Ovviamente questi sono solo suggerimenti. Londra è piena di luoghi da visitare con i più piccoli. Quelli che ho citato sono tutti luoghi ad accesso gratuito. Altri luoghi che piaceranno di sicuro ai più piccoli sono la visita alla nave da guerra ormeggiata nel Tamigi HMS Belfast, il London Eye e la Torre di Londra dove è custodito il tesoro della corona. In particolare, nella nostra permanenza a Londra abbiamo visitato la Torre: la bimba si è divertita tanto! Il cambio della guardia, le stanze medievali arredate, i corvi reali ed il tesoro della corona sono stati davvero apprezzati dalla piccolina.

London Eye

Quarto suggerimento: è utile soggiornare in zona 1. Londra è divisa in zone concentriche a partire da quella centrale, la zona 1 appunto. In quest’area della città si trova la maggior parte delle attrazioni. Considerato che le distanze in città possono non essere indifferenti, rimanere in zona 1 ha il vantaggio di avere maggior tempo a disposizione per visitare le attrazioni principali.

Quinto suggerimento: all’arrivo procuratevi una Oyster card. Si tratta di una carta ricaricabile per l’utilizzo dei trasporti pubblici. La carta costa poche sterline che, tra l’altro, vi verranno restituite se rendete la carta prima della vostra partenza. Il vantaggio sta nel fatto che utilizzando la Oyster vi verranno scalati i singoli ticket di viaggio ogni volta che utilizzate il mezzo pubblico ma, dopo il terzo passaggio giornaliero non vengono più scalati biglietti. Il biglietto giornaliero costa quindi come 3 corse! Se alla fine della permanenza restituite la carta, oltre al deposito iniziale viene restituito anche l’eventuale credito residuo. Da tener presente che i bambini fino a 11 anni non pagano l’utilizzo del trasporto pubblico se accompagnati da un adulto pagante.

Siti utili

Ed ora qualche sito utile per organizzare una visita a Londra e pianificare gli spostamenti ed i luoghi da visitare.

  • il primo sito che suggerisco è quello ufficiale dell’ente turistico di Londra VisitLondon. Il sito è anche in italiano e fornisce una panoramica completa e qualche spunto originale sui luoghi da visitare in città. E’ anche possibile prenotare biglietti per il teatro ed altro;
  • un altro sito utilissimo è quello del TFL, l’azienda trasporti di Londra… o meglio, l’azienda trasporti per Londra, dalla traduzione di Transport For London. Dal sito si possono recuperare le mappe della metro, i costi dei biglietti ed altre info utili;
  • sito utile per raccogliere info su Londra è quello di Lonely Planet, le celebri guide di viaggio. Il sito è in italiano e fornisce una panoramica dei contenuti della guida. Inoltre è possibile raccogliere info di massima sulla città e decidere se acquistare la guida cartacea o in formato PDF.

E’ utile magari raccogliere qualche info anche dagli innumerevoli diari di viaggio (spero di riuscire a completare anche il mio così lo pubblico sul blog!) presenti in rete.

Cos’altro aggiungere… buon viaggio! 🙂

Anto

Condividi la pagina
  • 22
    Shares

Lascia un commento