Fine settimana a Matera con la famiglia

panorama Matera di notte

E’ sabato sera e le strade sono invase da turisti e abitanti del luogo. Devo ammettere che mi ero immaginato una città diversa e legata più alle descrizioni di Carlo Levi in Cristo si è fermato a Eboli e, invece, mi sono trovato di fronte una città moderna e piena di vita. Visto che è quasi ora di cena, decidiamo di mangiare in un ristorantino del posto che ci avevano suggerito in hotel. Il ristorante Il Terrazzino è situato proprio all’inizio del nostro percorso di ingresso ai Sassi. La cena è stata buona ed il conto non eccessivamente caro. Unica nota “negativa” è che sembrava che quel fine settimana avessero scelto tutti di visitare Matera: folla in strada, folla al ristorante, folla…

Dopo cena, cominciamo il primo giro esplorativo dei Sassi di Matera.

I Sassi sono Patrimonio UNESCO dell’Umanità dal 1993. Il sito si visita solamente a piedi in quanto le strade interne non permettono il transito delle auto e la strada che costeggia i Sassi è a traffico limitato. Comunque, l’estensione del sito non è eccessiva e si riesce a girare a piedi tranquillamente.

Dalle terrazze sparse un po’ ovunque in giro per la città è possibile ammirare paesaggi mozzafiato sia di notte, sia di giorno. La sera le luci che illuminano le case disposte lungo la collina che ospita i Sassi danno l’effetto “presepe”: sembra di essere tornati ai tempi della natività. Infatti Matera è stata scelta da Mel Gibson come set per girare il film The Passion. E’ davvero un piacere passeggiare per le strade del centro storico dove si trovano diverse botteghe e negozietti oltre a tanti luoghi in cui mangiare qualcosa o sostare per una pausa. La bimba comincia ad essere stanca e così si torna in hotel.

panorama Matera di notte

chiesa san pietro caveoso matera

Secondo giorno di visita. Sveglia la mattina presto, colazione in hotel dove liberiamo la stanza e lasciamo le valige in deposito per poter visitare Matera più tranquillamente. In auto fino al garage e via per la visita vera e propria della città.

Di giorno il paesaggio cambia aspetto. Non vi sono più le luci che creano atmosfera ma è possibile ammirare anche i paesaggi circostanti che non sono visibili di notte tra cui alcune chiese rupestri, il torrente Gravina e le grotte situate sul versante opposto a quello dei Sassi. Passeggiamo lungo le vie della città visitando qualche chiesa e uno dei sassi aperti al pubblico. Facciamo tante foto perchè la città si presta davvero bene!

Nel tardo pomeriggio, stremati ma contenti, ritorniamo in hotel a recuperare il bagaglio e ci mettiamo in viaggio verso casa.

Condividi la pagina
  • 3
    Shares

Lascia un commento