4 giorni a San Francisco, il mio viaggio in California

Il cable car si muove spedito sui saliscendi in città permettendo di ammirare gli edifici che costeggiano le strade. Vi sono sia palazzi più vecchi e, sicuramente, più belli sia edifici più “moderni”. Si arriva così ad una delle discese panoramiche di San Franciso teatro di tanti film.

Dall’alto di una di queste discese si può avvistare un’altre delle famose attrazioni della città: il carcere di Alcatraz.

La struttura carceraria si trova su un isola nella baia di San Francisco a poco più di 2km dalla terra ferma. Alcatraz è stato un carcere di massima sicurezza fino al 1963, anno della sua chiusura dovuta agli elevati costi di gestione. Diversi film hanno celebrato e rappresentato Alcatraz come un carcere dalle condizioni di detenzione dure e da cui era quasi impossibile evadere. Il tutto ha poi creato un mito che ha reso celebre questo luogo.

L’isola è raggiungibile dalla terraferma tramite battelli che partono dal molo 33. Una volta giunti sull’isola è possibile esplorare il carcere in autonomia o con visita guidata. Il tour è suggestivo perchè permette di ammirare la struttura che ha ospitato tanti criminali e di immaginare come dovessero essere le condizioni di vita.

Tornando al racconto del viaggio… arrivo al capolinea del cable car a Fisherman’s Wharf, l’ex quartiere dei pescatori ora diventato soprattutto zona di localini e ristoranti. E’ ora di pranzo e decido di fare uno spuntino.

Dopo la pausa pranzo continuo il mio giretto esplorativo. Scelgo di fare una “crociera” della baia per fare un po’ di foto alla città dal mare e per ammirare da vicino il Golden Gate, il ponte più rappresentativo di San Francisco.

Condividi la pagina
  • 1
    Share

Lascia un commento